LA MORTE

articolo di Francesca Belmonte

 

Ti chiedi spesso cosa sia.

 

L’accusi di giungere quando non è tempo, quando è ingiusta, quando porta via anime innocenti. La condanni e la critichi, la odi perché spezza la vita, la sradica, la inghiotte nel suo mantello nero.

Lei che decide, lei che giunge senza avvertire, lei che toglie la gioia e il sorriso, lei che arriva lenta, calma ed inesorabile oppure veloce, fulminea, istantanea.

 

Tu che pensi di sapere ciò che è giusto, equilibrato, saggio.

Tu che credi di conoscere il Tempo in cui la Morte debba giungere. Tu che decidi quando e’ tempo che la Vita finisca ...quanti pensieri fai nella tua umana mente, dimenticandoti che la legge divina regna sovrana e non esiste il tempo giusto per morire!

 

Esiste il Tempo, esiste la Morte e la loro combinazione e’ sempre perfetta nell’equilibrio della vita. A volte ci sono date delle possibilità per modificare i tracciati delle nostre esistenze ma le esperienze-lezioni sono indispensabili all’evoluzione spirituale della nostra anima e sono i compiti per i quali siamo giunti in questa scuola terrestre. E’ quindi la nostra consapevolezza che può interagire con Spazio, Tempo e Morte affinché giunga il “nostro buon momento”. Restare nel pensiero, chiusi nella mente, non porta ad alcun sviluppo evolutivo.

Credere che la nostra saggezza sia nel cervello e’ il più grande errore che si possa fare!

Pensare di risolvere gli enigmi della nostre esistenze, le difficoltà ed ogni tipo di limitazione e credenza dentro la nostra testa e’ uno sbaglio che ci accomuna. La tua anima e’ così grande ed estesa, completa, piena e multidimensionale che credere di contenerla nella materia del corpo e’ come pensare di rinchiudere dell’aria in una bottiglia! Sei molto di più di ciò che credi di essere.

 

Se continui a guardare il mondo, la vita e la tua realtà con gli occhi della tua testa continuerai a vedere ciò che finora hai vissuto. Le tue esperienze, le tue sconfitte, i tuoi errori, i tuoi dolori, le tue sofferenze e le tue paure produrranno sempre i tuoi pensieri.

La tua Anima sei tu. Tu non sei i tuoi pensieri ne’ le tue emozioni.

Sei tutte le volte che hai fatto esperienza sulla terra e altrove, sei la tua storia. Sei tutte le volte che sei nato e tutte quelle in cui non lo sei. Sei il ladro, il carnefice, l’assassino, sei chi ha umiliato, ferito e abusato e sei chi ha salvato, protetto, amato e perdonato.

 

Sei il Tutto e sei il Nulla poiché nel Nulla esiste il Tutto prima che si separi dalla Coscienza per divenire Esperienza. Se resti a vivere nella tua testa non avrai mai consapevolezza della tua grandezza e della tua forza trasformatrice. Se continui a vivere senza Cuore solo nella mente sarai sempre il giudice di te stesso e della Vita. Puoi cercare di comprendere le leggi dell’universo ma non sarai mai in grado di conoscerle se userai il pensiero. Ricorda non sei i tuoi pensieri ne’ le tue emozioni, non identificarti con ciò che produce la tua mente e smettila di nutrire il tutto con la tua energia perché rafforzi e crei una visione distorta.

 

La mente così sarà la tua padrona e tu resterai il suo schiavo. Impara ad osservare, a fare silenzio e ad ascoltare, scendi nella tua profondità e contatta la tua vera essenza. Avrai trovato te stesso quando ti scoprirai ad amare veramente la Nascita e la Morte nel loro perfetto e vicendevole equilibrio, di Luce e Ombra, di Giorno e Notte, di creazione e trasformazione... le tue paure si dissolveranno perché avrai compreso le leggi che governano l’universo e la loro perfezione.